POESIA CHIAMA MUSICA



Tomaso Kemeny
(progetto grafico di Gabriele Albanesi)

'900
Lettera scritta a Byron in occasione del ritorno della primavera
Lappole

 

 

 

 

 


 

 


Tomaso Kemeny, nato a Budapest nel 1938, dal 1948 vive a Milano ed è professore ordinario di Letteratura inglese presso l'Università di Pavia. Ha scritto articoli, saggi, libri sull'opera di Marlowe, Coleridge, Blake, Shelley. Scott, Thomas, Pound e Joyce. Ha già pubblicato otto libri di poesia: Il guanto del sicario (Out of London Press, 1976), Qualità di tempo (Società di poesia ­Guanda, 1981), Recitativi in rosso porpora (Campanotto, 1989). Il libro dell'angelo (Guanda, 1991), Melody (Marcos y Marcos, 1997), La rima non scalda (Dialogo-libri, 2000), Desirée (Lietocollelibri, 2002) e Se il mondo non finisce (I quaderni del circolo degli artisti, 2004). Ha composto un testo drammatico. La conquista della scena e del mondo (rappresentato per la prima volta nel 1996). e ha pubblicato il romanzo Don Giovanni innamorato (ES, 2002). Ha tradotto e curato l'opera di lord Byron (Mondadori, 1993) e volto in italiano l'epillio Ero e Leandro (ES, 1994) di Marlowe. Con il filosofo Fulvio Papi ha scritto Dialogo sulla poesia (Ibis, 1997) e ha pubblicato un libro di poetica, L'arte di non mori­re (Campanotto, 2002). Nei primi anni Settanta, nella galleria d'arte "Il Mercato del sale", gestita dal poeta Ugo Carrega, ha attivato letture di testi poetici. con coinvolgimento del pubblico, insieme a Nanni Cagnone. Con Cesare Viviani ha organizzato i seminari sulla poesia degli anni Settanta presso il club Turati di Milano (1979 e 1980) e curato i relativi atti: Il movimento della poesia italiana negli anni settanta (Dedalo, 1979) e I percorsi della nuova poesia italiana (Guida, 1980). Tra i fondatori del Movimento Internazionale Mitomodernista. ha "performato" rituali poetici di "accoglienza della primavera" nel 1995 (sul Ticino, presso Pavia) e nel 2001 (nei Giardini Malaspina di Pavia) e realizzato una parata dionisiaca a Bergamo (2000).

 

 
     

 
- Novurgìa - arte e musica colta contemporanea -
Via Domenichino, 12 - 20149 - Milano    tel. e fax (+39) 02 468157 -   mobile (+39) 335 8112174   email info@novurgìa.it