PROFILO INTERPRETI

Ottavia Piccolo vai agli altri interpreti

Ottavia Piccolo ha debuttato in teatro nel 1960-61 interpretando la bambina cieca, sorda e muta in Anna dei miracoli con Anna Proclemer, regia di Squarzina. Nel 1962 è stata la figlia di Burt Lancaster ne Il Gattopardo di L. Visconti. Di nuovo in teatro nel 1963 è stata protagonista di Le visioni di Simone Marchand di B. Brecht. Nel 1964-65 torna in palcoscenico con Le baruffe chiozzotte di C. Goldoni diretta da G. Strehler. Nella stagione successiva è Anja ne Il giardino dei ciliegi di A. Cechov, diretta da L. Visconti per il quale è stata anche protagonista di Egmont di W. Goethe con musiche di L. van Beethoven. Negli ultimi trent?’anni Ottavia Piccolo ha sempre lavorato in teatro (tra i titoli pi? importanti Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, regia di L. Ronconi; Re Lear di W. Shakespeare, regia di G. Strehler; tra i registi: O. Costa, G. Cobelli, G. Lavia, M. Castri, G. De Lullo, S. Sequi, G. Savary, G. Sepe); nel cinema (Metello di Mauro Bolognini che le è valso la Palma d’Oro al festival di Cannes nel 1970, Mado di C. Sautet, La famiglia di E. Scola) e in televisione (Il mulino del Po di S. Bolchi, La Certosa di Parma di M. Bolognini, La biondina di A. e A. Frazzi, Il piccolo alpino di G. Albano, La coscienza di Zeno di S. Bolchi e Donna di G. Giagni).La stagione 1997-98 l'ha vista ancora una volta al Piccolo Teatro di Milano, dove, per la regia di L. Suggelli, ha interpretato Frosina ne "L'avaro" di Moliere con Paolo Villaggio, riscuotendo un eccezionale successo di pubblico.


 

 
- Novurgìa - arte e musica colta contemporanea -
Via Domenichino, 12 - 20149 - Milano    tel. e fax (+39) 02 468157 -   mobile (+39) 335 8112174  
email info@novurgìa.it