PROFILO COMPOSITORI, AUTORI

Studio Azzurro vai agli altri autori

Studio Azzurro nasce nel 1982, a Milano. È un’iniziativa di sperimentazione artistica e produzione video avviata dall’incontro delle diverse competenze di Fabio Cirifino (fotografia), Paolo Rosa (arti visive e cinema), Leonardo Sangiorgi (grafica e animazione), e integrata dal 1995 dall’apporto di Stefano Roveda (sistemi interattivi). La ricerca dello Studio si orienta da subito verso un’integrazione tra l’immagine elettronica e l’ambiente circostante, perseguendo l’intento di rendere lo spettatore partecipe dell’opera stessa. Sin da Il nuotatore (1984, Palazzo Fortuny di Venezia), una tra le prime viedeoambientazioni, il fruitore è nelle condizioni di partecipare all’accadimento, entrando in una piscina ricostruita, dentro cui una serie di monitor accostati orizzontalmente riproducono la performance dell’attore. Nella metà degli anni ‘80, al percorso di Studio Azzurro si aggiunge l’esplorazione dello spazio teatrale, progettando e mettendo in scena, tra l’altro, La camera astratta, un labirintico percorso dell’immaginazione, commissionata per l’inaugurazione di Documenta 8 - Kassel (Premio UBU ‘88). Con le videoambientazioni Visit to Pompei (1991, Biennale di Nagoya), Il giardino delle cose (1992, Triennale di Milano) e Il viaggio (1993, Fondazione Mudima di Milano), la sperimentazione dello Studio si avvale di telecamere agli infrarossi e a raggi X.

Nel 1992 viene allestita alla Fondazione Mudima di Milano Videoambienti 1982-1992, un’esposizione che riassume il percorso di Studio Azzurro attraverso una serie di videoinstallazioni e progetti. La mostra viene diffusa nella trasmissione televisiva Fuori orario. Contemporaneamente, Studio Azzurro sviluppa un parallelo percorso cinematografico che si manifesta nella realizzazione di alcuni film diretti da Paolo Rosa. Attualmente Studio Azzurro si interessa alle questioni dell’interattività realizzando una serie di “ambienti sensibili”, tra cui l’installazione Tavoli (1995, Triennale di Milano); Coro (1995, Mole Antonelliana di Torino); Il soffio sull’angelo (1997, Universitą di Pisa); le videoinstallazioni permanenti Il giardino delle anime ( 1997, New Metropolis Amsterdam); Il gorgo (1998, Meteorit Andre Heller di Essen). All’insegna dell’interattività è stata realizzata anche l’opera musicale The Cenci (1997, Teatro Almeida di Londra). Nel 1998 Studio Azzurro, al Teatro Lauro Rossi di Macerata, ha messo in scena lo spettacolo Giacomo mio, salviamoci! (in occasione del bicentenario della nascita di Giacomo Leopardi), di cui ha realizzato anche un programma per la RAI; e a Bonn ha presentato Il fuoco, l’acqua, l’ombra, una performance di danza e immagini video in collaborazione con il coreografo Roberto Castello. Attualmente collaborano con Studio Azzurro: Riccardo Apuzzo, Reiner Bumke, Livia Centurelli, Mario Coccimiglio, Fanny Molteni, Tina Porcelli, Paolo Ranieri, Cinzia Rizzo, Luca Scarzella, Davide Sgalippa.

 

 
- Novurgìa - arte e musica colta contemporanea -
Via Domenichino, 12 - 20149 - Milano   tel.  mobile: (0039) 345 0505525   email info@novurgìa.it