PROFILO COMPOSITORI, AUTORI

Lamy vai agli altri compositori

Lamy, uno dei migliori rappresentanti del surrealismo della nostra epoca, è nato nelle Ardenne francesi nel 1921 e da quasi quarant’anni vive e lavora in Provenza. Le sue mostre annuali a Parigi e in altre città francesi e le sue partecipazioni a esposizioni all’estero (USA, Giappone, Germania, Italia) lo hanno reso famoso anche al di fuori delle frontiere francesi. Considerato un rappresentante del “realismo fantastico”, Lamy parla con indulgenza di questa “mania cartesiana” di etichettare i pittori: poco gli importa di appartenere a una categoria, ma si crea un mondo misterioso di piante irreali, di strani animali e di umani senza volto; ne risultano opere che ricordano Bosch, ma i suoi quadri onirici non hanno nulla di infernale, e non sono neppure assurdi come quelli di Dali né surrealisti come quelli di Delvaut. A volte utilizza i quadri degli antichi maestri - Rembrandt, Velasquez, Wermeer - e, ricco di immaginazione, li trasforma e li porta a esprimere, attraverso queste metamorfosi, le paure del nostro tempo. Quanto alla sua tecnica, davvero straordinaria, fa pensare alla pittura fiamminga in un gioco di colori ricco di sfaccettature assolutamente affascinante, con un disegno di grande sicurezza e precisione che non lascia nulla al caso.


 

 
- Novurgìa - arte e musica colta contemporanea -
Via Domenichino, 12 - 20149 - Milano    tel. e fax (+39) 02 468157 -   mobile (+39) 335 8112174   email info@novurgìa.it