AUDIOVIDEOSTORIE



Il nuovo evento letterario e musicale


Patrizia Mannori

Dolce la notte

Dolce la notte
Che accarezza la mia mente

Dolce la notte
Che avvolge il mio sguardo

Dolce la notte
Che ascolta i miei pensieri

Dolce la notte
Che ci unisce nel sogno

…e…intensamente…

…esalta il lento espandersi
della mia essenza

La notte canta nel mio cuore
e la mia mente
vola libera senza più limiti
oltre ogni confine…

…oltre la notte…
(aprile 2002)

Per un’amica…

Non cercare un’ amica uguale a te,
la vera ricchezza è nel rispetto delle differenze.

Non cercare un compagno uguale a te,
sei amata solo quando sei veramente te stessa.

Non cercare di realizzarti attraverso un figlio,
lui, si realizzerà solo se tu, lo avrai fatto prima.

Non cercare nel futuro la fuga dal presente,
sei il risultato di te stessa e, solo dal tuo passato,
troverai le risposte che cerchi.

Ma, se credi che non ci sia più vita per te,
guardala bene in faccia
dai un calcio agli equivoci della paura,
e, lei stessa, ti spingerà avanti,
su una strada bellissima e senza fine…
…la tua.
(settembre 2004)

Per un figlio…

Ascolto la tua voce dolcissima,
nella mia mente.

Vedo i tuoi occhi curiosi,
nel mio sguardo.

Sento le tue carezze leggere,
nelle mie mani.

Si apre il tuo abbraccio morbido,
nel mio cuore.

Dentro di me,
vivevi già dall’inizio dei tempi,

dentro di me,
sentivo la tua vita,
molto prima che Dio con la Sua mano,
la posasse sulla terra.

L’ universo è con me
ed io sono l’universo intero,
ora che tu sei qui,
unico tutto nell’infinito…
…figlio mio…
(ottobre 2004)

Respiro

Il sole brilla fra i monti,
mentre morbide nuvole di cotone,
si rincorrono dolcemente.

Corsi d’acqua danzano insieme
mentre il mare li accoglie
in un caldo abbraccio sovrano.

Alberi e prati respirano
al planare del vento leggero
che tutto avvolge,
mentre corre via.

Ed io ?
Accarezzando la terra
ascolto la mia anima che parla…
…non le rispondo…
…e vivo…
(dicembre2004)

Luce

Non pensavo che arrivasse così,
in un giorno qualunque,
in una città qualunque,
in un momento qualunque.

MI ha avvolto in un’onda
di sottile energia,
liberando la mia mente,
liberando il mio corpo.

Non ho più domande
solo risposte,
salgono dal profondo del cuore
intrise di luce.

Non pensavo che arrivasse così,
lo sentivo,
non so da quanto tempo,
era in me e non volevo vederlo,
…avevo paura…

Tendo una mano,
muovo il primo passo
semplicemente,
come lo avessi sempre fatto.

La luce calda e forte
si espande avvolgente,
mi nutro di lei…

…e nel momento in cui
le parole non bastano,
conosco e vedo
quello che volevo sapere.
(marzo 2005)

Il volo

Volo fuori.
Volo dentro.
Volo nel mistero del tempo.
Volo sulle ali dello spazio.
Volo nell’infinito
di un universo micro
nascente
avvolgente
sognante.
Volo, ora,
sono una mina vagante.
Ora mi fermo,
mi siedo
in un piccolo spazio
che arredo
con la fantasia,
con allegria,
con un’idea solo mia,
con lo sguardo nascente,
tutt’attorno avvolgente,
per un’idea sognante…
…e  volo, volo, volo,
ora sono un’aliante
nel sole della mia mente,
sembra quasi un gigante,
forte e possente,
come solo sa essere,
la forza della mia mente.
(settembre 2005)


Patrizia Mannori nasce nel 1957 a Genova, dove compie i suoi studi musicali al Conservatorio “N.Paganini”. Nel 1978 si diploma nel corso di “Pianoforte”, nella classe della prof.ssa Elda Beretta, proseguendo studi di approfondimento, sia tecnico che interpretativo, sotto la guida della prof.ssa Lidia Baldecchi Arcuri. Contemporaneamente frequenta il corso di “Composizione” con il M.° Sergio Lauricella e con il M.° Federico Ermirio, diplomandosi in “Musica Corale e direzione di Coro” nel 1979 e in “Composizione” nel 1983.
Inizia la professione didattica al Conservatorio “G.Puccini” di La Spezia, come docente di “Armonia Complementare” già nel 1979, provando cosi’ la singolare ma formativa esperienza, di essere contemporaneamente allieva e docente, per cinque anni.
Dopo la Spezia, il Conservatorio “N.Paganini” di Genova dal 1988 dove, oltre al corso di “Armonia C.” insegna anche “Elementi di Composizione per Didattica” ed “Armonia e Contrappunto”.
Dal 1998 si trasferisce al Conservatorio “G.Nicolini” di Piacenza. Qui ha l’opportunità di arricchire ulteriormente la propria esperienza didattica, insegnando anche nel corso sperimentale di “Teoria ed Analisi” e dal 2004, in seguito all’attivazione dei nuovi corsi di laurea, anche le relative materie: per il primo livello “Teoria dell’Armonia ed Analisi” e per il secondo livello “Analisi delle Forme Compositive”.
Con la stessa tipologia d’insegnamento, dal 2007 è nuovamente docente al Conservatorio “N.Paganini” di Genova.
In costante ricerca di nuovi modelli didattici sempre piu’ dinamici e funzionali, al continuo divenire delle esigenze del nostro tempo, segue corsi di psicopedagogia e psico percezione della musica.
Parallelamente alla professione didattica, ha iniziali esperienze sia come pianista accompagnatrice che in piccoli gruppi cameristici. Ma prosegue la sua ricerca artistica prevalentemente nella composizione, con una piccola produzione di brani che spaziano dallo strumento solista all’orchestra, in un linguaggio liberamente atonale. E’ soltanto dal 2000 che, riprendendo una antica passione mai seguita, prova a sperimentarsi anche nell’ambito della poesia. Le composizioni qui presenti appartengono a quest’ultimo periodo.



Patrizia Mannori was born in 1957 in Genoa (Italy), where she completes her musical studies at the “N. Paganini” Academy of Music. In 1978 she obtains her degree in the Piano course, in Professor Elda Beretta class, then pursues in depth courses, both on the technical and on the interpretative sides, under the guidance of  Professor Lidia Baldecchi Arcuri. At the same time she attends the Composition course with Maestros Sergio Lauricella and Federico Ermirio, subsequently obtaining her degree in Choral Music and Choir Conduction in 1979 and in Composition in 1983.
She starts the teaching profession at the “G. Puccini” Academy of  Music in La Spezia, as a teacher in Complementary Harmony  already in 1979, experiencing thus the very peculiar, but highly formative experience of being a pupil and a teacher at the same time, for five years.
After La Spezia, she returns to the "N. Paganini” Academy of Music in Genoa in 1988 where, besides the Complementary Harmony course, she also teaches Elements of Composition for Didactics  and Harmony and Counterpoint.
From 1998 she moves to the “G. Nicolini” Academy of Music in Piacenza. Here she has the opportunity to further enrich her teaching experience, by teaching also in the experimental course of Theory and Analysis and, from 2004 , after the activation of the new degree courses, also these relevant subjects: for the first level Harmony Theory and Analysis and for the second level Analysis of Composition Forms.
With the same typology of teaching, from 2007 she is again a teacher at the “N. Paganini”
Academy of Music in Genoa.
Always researching for new and even more dynamic and functional teaching patterns, and following the continuous developments of the demands of our times, she attends courses in educational psychology and psychological perception of music.
Side by side to the teaching profession, she begins having experiences as an accompaniment pianist and as member of small chamber groups. But she pursues her artistic research mostly in composition, with a small production of pieces ranging from the solo instrument to the orchestra, in a freely atonal language.
It is only from 2000 that, by resuming an old, never pursued passion, she also experiments in the realm of poetry. The poems here belong to this last period.

 

 
- Novurgìa - arte e musica contemporanea -
Via Domenichino, 12 - 20149 - Milano    tel. e fax (+39) 02 468157 -   mobile (+39) 335 8112174   email info@novurgìa.it